Non sei registrato? Clicca qui, gratuito!
domenica 26 marzo 2017
  chi siamo | servizi | contatti
  chi siamo | catalogo | collane | novità
  TreviglioLibri | altri eventi | contatti
 
 
 
Ricerca avanzata
Ricerca per categoria
Ricerca per autore
Ricerca per editore
 
 
Articoli
Recensioni film
Eventi
Recensioni libri
Film
Riviste
Novità
Links
Psicoterapia Psocoanalitica
Rivista di psicologia analitica 94/2016. La cura dell'etica
Gli argonauti 151, 2016. Immaginarsi. Un ponte tra il sentire e il pensare
 
 
Milano, marzo-novembre 2017
 
 
La Vita logica dell'Anima
 
invia scheda a un amico
invia la tua recensione
   
  torna
La Vita logica dell'Anima
Verso una nozione rigorosa di psicologia

Autore: Wolfgang  Giegerich
Editore: La Biblioteca di Vivarium
Anno: 2010 
Pagine: 496
ISBN: 9788895601099

Prezzo di copertina: 28,00

Sconto:15%  23,80

Contattare - Contattaci per maggiori informazioni.

 
 

“Un’antica saga islandese racconta di un giovane indolente che se ne stava sempre in casa. Sua madre non sopportava il suo atteggiamento e cercava di incitarlo con rimproveri taglienti. Alla fine ci riuscì. Il giovane si alzò dalla stufa presso cui stava seduto e, impugnata la sua lancia, uscì di casa. Appena fuori, scagliò la lancia il più lontano possibile e corse là dov’era caduta per recuperarla; poi la scagliò di nuovo il più lontano possibile, la seguì, e così via. In questo modo, con queste letterali ‘proiezioni’ da raggiungere, si aprì la strada dalla comodità della casa al mondo esterno. Scrivendo questo libro, ho seguito il procedimento di quel giovane. Il libro ha un duplice obiettivo. Cerca di aprire la strada per una nozione rigorosa della psicologia e allo stesso tempo introduce l’idea (forse sorprendente) che la vita dell’anima è in fondo una vita logica. (...) Lo svolgersi delle mie riflessioni procede secondo cerchi concentrici, per così dire. Il primo capitolo solleva la questione della relazione tra la coscienza comune e la coscienza psicologica. Come si può passare dall’una all’altra? Il secondo capitolo cerca di mostrare come Jung, tra tutti gli importanti psicologi di questo secolo e le diverse scuole psicologiche, deve essere la base più meno esclusiva e il punto di partenza per la nostra ricerca di una nozione rigorosa di psicologia. Ciò che segue nei tre capitoli successivi è una valutazione critica dell’importanza del primo Jung, dello junghismo tradizionale e infine della psicologia archetipica per una precisa nozione di psicologia. Ne risulterà che i tre stadi citati non possono essere considerati in termini di ascesa lineare da una base fino alla sommità passando per uno stato intermedio. Lo stato di cose dello junghismo convenzionale appare piuttosto una regressione molto arretrata rispetto alle conquiste di Jung, mentre la psicologia archetipica è di nuovo un passo avanti, che necessita però di una critica radicale (in riferimento alla sua inclinazione immaginale). Per arrivare a un concetto rigoroso di psicologia dobbiamo andare oltre l’immaginale. L’ultimo importante capitolo è dedicato all’esposizione della Nozione di psicologia (o per lo meno di un profilo schematico di essa) attraverso un’ampia analisi di un mito particolare, quello di Atteone e Artemide” (dalla Prefazione dell’autore).

INDICE

    * Prefazione
    * 1. “Vietato l’ingresso!” L’accesso alla psicologia e lo stile del discorso psicologico
    * 2. Perché Jung?
    * 3. Jung: il radicamento nella Nozione
    * 4. Junghiani: immunità alla Nozione. L’eredità persa
    * 5. La psicologia archetipica, ovvero: critica all’approccio immaginale
    * 6. Atteone e Artemide: la rappresentazione figurativa della Nozione e l’interpretazione (psico-)logica del mito”
    * 7. Questioni conclusive
    * Bibliografia


 
 
Zephyro Edizioni Srl Psicoanalisi Bookshop | P.IVA 12929740152
Piazza Vallicella, 6 - 24047 Treviglio (BG) Tel. 03631901071 - Fax 03631901053 - E-mail: info@psicoanalisibookshop.it - Privacy Policy