Non sei registrato? Clicca qui, č gratuito!
lunedě 25 settembre 2017
  chi siamo | servizi | contatti
  chi siamo | catalogo | collane | novità
  TreviglioLibri | altri eventi | contatti
 
 
 
Ricerca avanzata
Ricerca per categoria
Ricerca per autore
Ricerca per editore
 
 
Articoli
Recensioni film
Eventi
Recensioni libri
Film
Riviste
Novità
Links
La psicoanalisi Vol. 60, La voce
Rivista di sessuologia clinica 1/2017.
Ricerca Psicoanalitica 2017/1. Alcune note sul corpo e la coscienza incarnata oggi
 
 
Milano, marzo-novembre 2017
 
 
La ferita dello sguardo
 
invia scheda a un amico
invia la tua recensione
   
  torna
La ferita dello sguardo
Una ricerca psicoanalitica sulla melanconia

Curatore: Patrizia Cupelloni
Editore: Franco Angeli
Anno: 2016 
Pagine: 192
ISBN: 9788846433268

Prezzo di copertina: € 30,50

Disponibile - E' possibile ordinare

 
Aggiungi al carrello della spesa
 

Sempre più spesso accade che in molti lamentino un non senso dell'esistenza, un'infelicità senza perdita, una struggente nostalgia di ciò che è loro da sempre nascosto, di ciò che non hanno mai avuto. Questo oscuro sentimento di infelicità che blocca i processi affettivi e intellettivi occupa a volte anche la mente dell'analista, che si sente impotente nella sua funzione terapeutica. I melanconici chiedono all'analista di cimentarsi con l'indifferenziato, là dove domina l'informe e il confuso, dove non c'è né memoria né censura e dove pertanto le nozioni di rimozione e di preclusione risultano inadeguate.

I lavori proposti nel testo, rielaborazioni personali sollecitate dal pensiero gruppale, mettono l'accento sulle funzioni identitarie piuttosto che sulla relazione d'oggetto, collocano la melanconia nell'area del narcisismo primario e della formazione dell'Io, individuano nuovi parametri rispetto alla cura classica. La centralità del tema della specularità strutturante, dello sguardo ferito, dello sguardo assente, del punto cieco e mutacico, cripta silente del malinconico, fa da filo conduttore ai diversificati approcci teorici e torna nelle descrizioni cliniche.

Questo libro nasce da una ricerca sulla melanconia che 10 psicoanalisti hanno condotto nel corso di alcuni anni. Per affrontare l'area melanconica, un'area psichica che rimanda al narcisismo e al conflitto tra Io e Super-Io, gli autori hanno approfondito la ricerca delle funzioni che costituiscono la struttura dello psichismo alle sue origini, dove è centrale la relazione di un organismo prematuro, l'infante, che non dispone ancora di un linguaggio, con l'Altro che nella cura lo sostiene e lo riconosce.

Indice

Patrizia Cupelloni, Introduzione
Leonardo Albrigo, Pia De Silvestris, L'opera e lo sguardo assente
Maria Luisa Algini, La seduzione del sogno
(Un "uomo senza desideri"; Seduzioni; L'ambiguità dell'ombra; Alla ricerca di uno "sguardo"; Il tempo della perdita; "Un corpo materno spostato"; L'ombelico del sogno)
Luciano Bernini, Hilflosigkeit e melanconia
(Dall'essere inetto all'io "povera cosa"; Forme di amore e di odio)
Patrizia Cupelloni, La "cripta del silenzio"
Paolo Cruciani, Anna Rocchi, Una ferita all'interno dell'Io
Manuela Fraire, Melanconia in figure
(Cecilia; Non crollo ma crolli; L'enigma delle madri; Seno-che-nutre/seno-erotico)
Alberto Luchetti, Tra Maelström ed Everest. La Gestaltung dell'Io tra angoscia e ideale
(La melanconia; Narcisismo e identificazione; L'area melanconica; Psicoanalisi degli stati melanconici)
Lucio Russo, Cambiamenti della cura classica.

 

 


 
 
Zephyro Edizioni Srl Psicoanalisi Bookshop | P.IVA 12929740152
Piazza Vallicella, 6 - 24047 Treviglio (BG) Tel. 03631901071 - Fax 03631901053 - E-mail: info@psicoanalisibookshop.it - Privacy Policy