Non sei registrato? Clicca qui, č gratuito!
giovedě 29 giugno 2017
  chi siamo | servizi | contatti
  chi siamo | catalogo | collane | novità
  TreviglioLibri | altri eventi | contatti
 
 
 
Ricerca avanzata
Ricerca per categoria
Ricerca per autore
Ricerca per editore
 
 
Articoli
Recensioni film
Eventi
Recensioni libri
Film
Riviste
Novità
Links
Studi junghiani 2016/2. La cultura simbolica come medium per la psiche
Ricerca Psicoanalitica 2017/1. Alcune note sul corpo e la coscienza incarnata oggi
Gli argonauti 152, 2017. Sulla speranza in analisi e per l'analisi
 
 
Milano, marzo-novembre 2017
 
 
Ascoltare i bambini
 
invia scheda a un amico
invia la tua recensione
   
  torna
Ascoltare i bambini
Psicoterapia delle infanzie negate

Autore: Luigi Cancrini
Editore: Raffaello Cortina
Anno: 2017 
Pagine: 336
ISBN: 9788860309075

Prezzo di copertina: € 26,00

Sconto:15%  € 22,10

Disponibile - E' possibile ordinare

 
Aggiungi al carrello della spesa
 

In questo libro, che è il seguito naturale di La cura delle infanzie infelici, Luigi Cancrini propone cinque storie, raccontate in prima persona dai bambini che le hanno vissute. Presentate nel modo in cui sono emerse all’interno di una situazione terapeutica dedicata espressamente a loro, le storie aprono scenari in vario modo terribili o affascinanti e fino a oggi del tutto sconosciuti anche per gli addetti ai lavori. Chi si prende cura oggi dei bambini maltrattati o infelici poco si preoccupa, abitualmente, di dare loro l’ascolto su cui sarebbe giusto basare il proprio intervento, e poco o nulla esiste in letteratura, tranne che per i traumi legati all’abuso, sul modo in cui il bambino riflette dentro di sé, nei suoi vissuti e nelle sue esperienze, la complessità dolorosa delle situazioni in cui è costretto a crescere. Naturale e straordinariamente semplice risulta, da questo modo di procedere, l’integrazione delle esperienze elaborate dagli psicoanalisti dell’infanzia, da Klein a Winnicott fino a Bowlby, con quelle dei terapeuti sistemici della famiglia, mentre chiara si presenta, anche per i non professionisti, la necessità di riconoscere il diritto alla psicoterapia per tutti i bambini che soffrono troppo. Evitando lo sviluppo di quelli che sarebbero, in mancanza di questo intervento, i gravi disturbi di personalità dell’adulto.

INDICE

Prefazione
Clara Mucci

Introduzione
Luigi Cancrini
 
Capitolo I
I bambini di cui qui si parla
Da Lorna Smith Benjamin alle infanzie infelici
Le fasi dello sviluppo
in cui la situazione traumatica viene vissuta
La madre
Le due fondamentali esigenze di un efficace percorso di cura
L’illusione numero uno: proteggerlo è sufficiente
L’illusione numero due:
la psicoterapia è sufficiente da sola
Le situazioni in cui queste terapie
sono state portate avanti

Capitolo II
Il caso di Hillary
L’inizio del miglioramento
La nostalgia della madre
Il miglioramento si consolida
La gravidanza della terapeuta
L’incontro con la coppia adottiva e il ricordo “dolce”
del braccialetto
La “madre mare” e la “madre spiaggia”
Preparare l’incontro (l’innesto) adottivo
Il cluster sasb
di Lorna Smith Benjamin
e il lavoro terapeutico portato avanti con Hillary
Osservazioni conclusive

Capitolo III
Il caso di Diego
La storia secondo i servizi
Il racconto dell’educatrice e l’ingresso in comunità
Primo mese in comunità
La diagnosi sasb
Dopo 6 mesi di permanenza in comunità
La psicoterapia nel tempo della ctu
:la famiglia esiste e va rispettata
La conclusione della ctu
:la delusione degli operatori e l’importanza delle supervisioni
Una seduta in cui ci si dice addio
Un lavoro terapeutico molto diverso da quello che si fa con l’adulto?
Il distacco da una madre che ti ama
Diego, Luisa e Anika: verso una stadiazione
del disturbo borderline di personalità
Osservazioni conclusive sulle adozioni di bambini pre-borderline
L’intervento terapeutico familiare nelle situazioni
di sofferenza pre-borderline

Capitolo IV
Il caso di Michele
L’invio
Michele in comunità
La madre se ne va
Dopo 1 anno
Il conflitto di lealtà
I comportamenti al femminile e i giochi della violenza
(a 1 anno dall’ingresso in comunità)
La terapeuta aspetta il suo bambino e Michele inizia la “rivelazione”
dell’abuso (a 18 e 19 mesi dall’ingresso in comunità)
Il congedo per maternità
La ripresa delle sedute (a 26 mesi dall’ingresso in comunità)
Il trauma sessuale
Un percorso d’integrazione (a 29 mesi dall’ingresso in comunità)
5 mesi più tardi: il ricordo della madre
(a 34 mesi dall’ingresso in comunità)
L’incontro con la famiglia adottiva e la separazione “difficile”
dalla comunità (a 3 anni dall’ingresso in comunità)
L’inserimento in famiglia e il tempo del perdono
Osservazioni conclusive

Capitolo V
Il caso di Ruggero e Ludwig
il caso diruggero
La diagnosi sulla sasb
Il percorso della terapia
Il disegno della famiglia e il gioco dei supereroi
La correzione del gioco
Il percorso dell’adozione
Osservazioni conclusive
il caso diludwig
Un’infanzia infelice di tipo paranoideo
Tra i 10 e i 20 anni: la musica come centro di un mondo fantastico
Il “romanzo familiare” di Ludwig
Carl, Johanna e lo sviluppo delirante
Considerazioni psicopatologiche
Una breve nota in tema di “creatività”

Capitolo VI
Il caso di Pamela
Il quadro clinico iniziale: l’ipotesi diagnostica
La diagnosi sulla sasb
La separazione della bambina dalla madre
L’incontro con il padre
Il futuro di Pamela
Cenni di psicopatologia
Cosa è accaduto dopo
Osservazioni conclusive

Capitolo VII
Le cose più importanti che abbiamo imparato
Esperienze traumatiche e lavoro terapeutico
Una situazione psicopatologica ben definita
La questione particolare del Q.I. e delle difficoltà cognitive
L’organizzazione dell’intervento:
accogliere nel modo migliore i bambini maltrattati
Infanzie infelici e adozioni
Piccole osservazioni conclusive

Note               


 
 
Zephyro Edizioni Srl Psicoanalisi Bookshop | P.IVA 12929740152
Piazza Vallicella, 6 - 24047 Treviglio (BG) Tel. 03631901071 - Fax 03631901053 - E-mail: info@psicoanalisibookshop.it - Privacy Policy